Scegli la tua destinazione
  • Vienna

    250esimo anniversario Beethoven

  • Vienna

    250esimo anniversario Beethoven

  • Rathausplatz Vienna

  • Wiener Staatsoper Opera di Stato

Beethoven e la capitale austriaca amore indissolubile


Per 35 anni Vienna è stata il centro attorno a cui ha ruotato la vita di Ludwig van Beethoven. Le tracce lasciate dal compositore sono innumerevoli: un grande museo dedicato all’artista, abitazioni e sedi commemorative, i luoghi dei suoi trionfi e della sua disperazione, monumenti e il celebre “Fregio di Beethoven” dipinto da Klimt, per finire con l’Heuriger Beethoven.

Nato a Bonn nel 1770, Beethoven si recò per la prima volta a Vienna all’età di 17 anni, per prendere lezioni da Mozart. Ma appena arrivato, fu subito costretto a tornare a casa al capezzale dalla madre morente. Fece ritorno a Vienna all’età di 22 anni come allievo di Joseph Haydn - nel frattempo Mozart era deceduto. Stavolta rimase per sempre: visse a Vienna per 35 anni fino alla morte, avvenuta nel 1827.

 

La nuova star dello Zoo di Schönbrunn


L’attesa per la prima uscita del cucciolo di orso polare nato a novembre è ormai terminata. Il soffice orso in miniatura conquista da metà febbraio il recinto esterno, estasiando i visitatori del Giardino zoologico di Schönbrunn. Un baby boom che non accenna ad esaurirsi e i recinti moderni, molto simili agli habitat naturali, attirano ogni anno oltre due milioni di visitatori al Giardino zoologico di Schönbrunn. Lo zoo più antico ancora esistente al mondo è stato eletto già per la quinta volta migliore zoo d’Europa.

Il cucciolo di orso polare è nato il 9 novembre. Ora l’incantevole palla di pelo ha finalmente lasciato la cassa per il parto Costantemente accudito dalla mamma orsa Nora, che non perde mai di vista il dolce neonato, l’orsetto è già diventato la nuova star dei visitatori del Giardino zoologico di Schönbrunn. Il delizioso animaletto esplora curioso il mondo esterno. Non c’è da meravigliarsi che il piccolo orso abbia conquistato fin dal primo giorno i cuori commossi dei visitatori dello zoo. L’ultima volta che al Giardino zoologico di Schönbrunn ci sono state nascite fra gli orsi polari è stato nel 2011.

Già a metà luglio del 2019 nel Giardino zoologico di Schönbrunn è nato un cucciolo di elefante. L’elefantina Kibali, che deve il suo nome ad un fiume del Congo, continua a suscitare grande entusiasmo al Giardino zoologico di Schönbrunn. Nata da inseminazione artificiale con sperma surgelato di un elefante selvatico sudafricano, cresce bene e in salute.